Nessun prodotto nel carrello.

Contacts

Via Ercole Patti, 49 - 95030 Pedara (CT) Italy

info@hpscharity.com

+39 095 2197752

Ce l’abbiamo fatta! Acqua per la terza volta!

Lo so. Non sono le buone notizie ad attirare l’attenzione della gente ma quelle cattive. Anche la tv evita accuratamente le notizie positive. Eppure le belle notizie esistono, amici miei. Oggi ve ne annuncio una. Forse non farà lo stesso rumore, ma la vita di un fiore che nasce è più forte di un albero che cade in una foresta.

In queste ultime ore siamo scesi giù 𝟭𝟱𝟱 𝗺𝗲𝘁𝗿𝗶 per trovare l’oro bianco, quello che non brilla però, ma disseta e ridona la vita. Vi annuncio con gioia infatti che abbiamo scavato il nostro terzo pozzo nelle terre più remote della Tanzania e abbiamo tirato fuori acqua dolce per dissetare più di 𝟯𝟬𝟬𝟬 vite che vivono in condizioni di estrema povertà.

Sarei dovuta essere li a danzare sotto quella pioggia d’oro oggi, e invece, proprio come voi, per motivi di salute, guardo queste foto da casa mia e provo a sentire una gioia che non riguarda me, la mia casa, la mia vita, i miei soldi, il mio benessere ma riguarda l’Altro. Provo a sentire la festa che oggi c’è in Cielo e quella sulla Terra.

A Melela, più precisamente.

Si tratta di un villaggio dove la 𝘃𝗶𝘁𝗮 𝗺𝗲𝗱𝗶𝘁𝗮 𝗲̀ 𝗱𝗶 𝗰𝗶𝗿𝗰𝗮 𝟭𝟯 𝗮𝗻𝗻𝗶 e da sempre si vive di stenti. Un luogo in cui io ho lasciato il cuore e in cambio ho ricevuto quella capacità rara di vedere meraviglie nelle piccole cose. Tipico dei poveri. Di chi non ha niente, e per questo ci vede per davvero. Da quando ho fondato HPS Charity sto riscoprendo un’umanità e una generosità attorno a me che non credevo nemmeno esistesse.

Client:

WebGeniusLab

Date:

June 12, 2020

Categories:

Charity

Tags:

Charity, Help

Non è la mia bontà, ed io non sono un eroe. E’ la vostra continua fiducia e il vostro supporto costante che rinnova in me la speranza anche quando arriva (e arriva!) la stanchezza e lo sconforto. E’ il desiderio di centinaia di cuori che supportano questa causa che sta scavando pozzi nel deserto ogni anno, da tre anni. Non io. E non ci fermeremo qui. Continueremo a farlo finché Dio ci darà la grazia di essere pane per chi ha fame e acqua per chi ha sete. Non a parole. Ma a fatti e verità. Cos’altro è il Vangelo, se non questo? Questa è la Buona Notizia: che Dio si è fatto carne una volta per raggiungere l’uomo, e continua farsi carne attraverso noi per raggiungere gli ultimi. Con lacrime sincere e un cuore aperto: semplicmente 𝗚𝗥𝗔𝗭𝗜𝗘!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.