#helpingpeopletosee

Un viaggio decentrante quello che ho intrapreso insieme agli altri ragazzi del gruppo per raggiungere il continente africano. È una terra sporca e maltrattata che con la sua densa e fitta terra è capace di coprire tutto tranne che le voci di ingiustizia che pervadono ogniddove. Esse posseggono, in questo luogo più che mai,

la forza di elevarsi e raggiungere la coscienza umana in un coro disarmante che implora giustizia! Un luogo dove l’acqua non arriva, ma la CocaCola sì. Un posto dove vivere è un lusso, ma dove le pubblicità delle grandi multinazionali approdano. Terra di controsensi, dimora abbandonata e irraggiungibile da tutto tranne che dall’ingiustizia umana.

OGNI COSA SI SOVVERTE

Nell’ ottobre 2017 ho partecipato per la prima volta ad un viaggio in Africa organizzato dall’associazione HPS. È stato qualcosa di entusiasmante e doloroso allo stesso tempo. Non è facile mettere nero su bianco quello che ho vissuto perché le emozioni lì si accavallano una sopra l’altra facendo eco ad una colonna sonora emotiva silenziosamente rumorosa. La lacerazione più profonda è nata nel vedere la disparità esistente che all’improvviso si palesa davanti come fosse normale, sembra accettata da tutti senza sconvolgere più nessuno, tranne te. Ogni cosa si sovverte e le necessità diventano superficialità.

E NON VUOI PIÙ TORNARE INDIETRO

Qualcosa in quegli odori e in quei colori ti accompagna alla parte più intima di te. Come se all’improvviso la semplicità umana, lontana dalla nostra routine, tornasse ad essere tutto quello di cui realmente hai bisogno. E ora non vuoi più tornare indietro. Laureata in antropologia, e da sempre interessata al mondo altro, sono a conoscenza delle dinamiche con le quali si gestisce un’ “azienda” e questo mi ha sempre fatto avere un pensiero che poco stimasse l’operato di queste, ma con HPS, essendo a totale conoscenza di come vengono amministrate le risorse e le entrate, mi sento felice di cooperare. Ho capito che un progetto si può davvero realizzare con la volontà e la trasparenza. Ho capito che non è utopia, ma aiutare le persone è possibile e che goccia dopo goccia si possono dissetare migliaia di persone. La costruzione del nostro pozzo d’acqua nel villaggio di Mtakuja ne è l’esempio.

Rebecca Parrinello
Novembre 2017

Su questo sito internet utilizziamo cookies tecnici e cookies di terze parti che memorizzano delle informazioni  (cookie) sul tuo dispositivo. I Cookies sono normalmente usati per permettere un corretto funzionamento del sito (cookies tecnici), per generare reports sull’uso di navigazione (cookies statistici) e quelli che riguardano la pubblicità di servizi/prodotti (cookies di profilazione).  Noi possiamo direttamente utilizzare i cookie tecnici, ma tu hai il diritto di scegliere di attivare o meno i cookies statistici e di profilazione. Attivando questi cookies, ci aiuti a garantirti una migliore esperienza di navigazione sul nostro sito.