Raised: 9,350€ /9,000€

Acqua e vita per i bambini di John Paul

Chi è John Paul

 

Non è un infallibile Papa. Non è un rinomato personaggio ecclesiale. Nelle sue tasche ci sono poco più di 1000 scellini (50 cent di €). Nel villaggio di “Mtakujia” è maestro di Inglese e di Swahili. Insegna ai bambini del villaggio a scrivere, leggere e contare. Porta delle vecchie converse rosse contraffatte con delle stelline bianche. Ha più di settant’anni (non conosce con precisione la sua età) e con un sottile ramo di bambù in mano, bacchetta sulle lettere di una vecchia lavagna: “One, two, three”, con un inglese fortemente influenzato dalle sue origini africane. E’ un predicatore della Buona Notizia, a Mtakujia si prende anche cura delle anime degli abitanti del suo villaggio: è un Pastore. La stessa classe nella quale insegna, la sera diventa luogo di preghiera: uomini e donne si incontrano per condividere la stessa passione e l’amore per Dio.

 

Cos’è Mtakuja?

 

Mtakujia è uno dei villaggi più poveri della regione di Morogoro. Il villaggio si trova a circa 30 km dalla Capitale. La popolazione è di circa 2000 persone. L’economia del villaggio dipende da piccole attività agricole come la coltivazione del sorgo, degli arachidi, del miglio e dall’allevamento di mucche, asini, maiali e capre. Tra le attività private si conta un macchinario per la battitura del miglio e qualche negozio di vendita al dettaglio. Le infrastrutture pubbliche consistono in una scuola primaria (vedi foto), un dispensario ed un edificio religioso (la stessa sala della scuola primaria).

 

Situazione idrica

 

A Mtakujia le donne e i giovani devono camminare per 8 km per raggiungere la prima fonte di acqua potabile, sono costretti a lunghe camminate per approvvigionarsi. Spesso, principalmente durante la stagione delle piogge, preferiscono attingere acqua da pozze a cielo aperto contraendo così virus quali colera, salmonella, epatite. Nel mio ultimo viaggio ho visto come tanta gente è costretta a bere l’acqua, che si conserva da una stagione delle piogge fino a quella successiva, per circa 9 mesi dunque, negli stagni, con un clima che favorisce la proliferazione di ogni tipo di flora batterica.

 

Situazione sanitaria 

 

E’ difficile mantenere gli standard minimi sanitari senza riserve idriche sufficienti. La situazione sanitaria nel villaggio di Mtakujia non è sotto controllo: ci sono molti casi di persone con malattie agli occhi, diarrea, e problemi cutanei che potrebbero essere facilmente prevenuti con un costante approvvigionamento d’acqua pulita. Il costo complessivo del progetto è di 9.000 euro. Il nostro sogno e target è la costruzione di un pozzo d’acqua potabile adiacente alla scuola. Vogliamo regalare ai bambini la possibilità di trascorrere più tempo in classe e meno in viaggio alla ricerca di acqua potabile.

 

Tutto il danaro che verrà versato sul conto dell’associazione HPS Charity sarà interamente devoluto per migliorare le condizioni della vita dei nostri amici di Mtakujia. Nell’eventualità che entro ottobre – data del prossimo viaggio –  non riuscissimo a raggiungere l’intera cifra necessaria per la costruzione del pozzo, nello stesso mese investiremo comunque, ogni singola donazione ricevuta per il miglioramento delle condizioni della vita delle famiglie del villaggio John Paul e i suoi bambini.  Che Dio ci aiuti. 

 

 

“Ho avuto sete e mi avete dato da bere… Ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me”. – Gesù

Leave Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *